A Spino apre uno spazio di ascolto per genitori con figli da 0 a 17 anni

9/22/2019  - 571 letture     Servizi sociali

A Spino apre uno spazio di ascolto per genitori con figli da 0 a 17 anni

A partire dal mese di ottobre l'associazione Gruppo Vita attiva uno spazio di ascolto per genitori con figli da 0 a 17 anni. Tutti i genitori possono confrontarsi con una pedagogista, psicologa per qualsiasi problematiche.

Di cosa si tratta

Una figura qualificata e competente, esterna al mondo scolastico, con formazione educativa, sarà disponibile ad ascoltare, confrontarsi ed esprimere dubbi e difficoltà ai genitori con figli dall'età da O a 17 anni.

Come ottenere un appuntamento

Per riservare un appuntamento telefonare al numero +39 340 22 24 446.

Problematiche affrontate

Per genitori con figli da 0 a 3 anni

  • Ruoli educativi a confronto fra genitori: le regole, i sentimenti, i valori legati ai bisogni;
  • sviluppo del linguaggio;
  • difficoltà di esprimere i propri bisogni;
  • tendenza all'isolamento, difficoltà di interagire nei giochi con i coetanei;
  • non riconoscere la figura dell'adulto come figura che aiuta e contiene;
  • difficoltà nel esprimere le prime autonomie;
  • la scelta dei giochi;
  • il passaggio da casa a scuola, dall'attaccamento alla separazione dai genitori;
  • le emozioni; gioia, tristezza, amore, dolore, rabbia, paura fanno parte della vita quotidiana.

Per genitori con figli da 3 a 10 anni

  • Ruolo educativo a confronto; padre autorevole o autoritario, madre affettiva;
  • ruolo formativo ed educativo degli insegnanti;
  • senso di inferiorità, chiusura, inadeguatezza;
  • problematiche riguardanti le paure, diffidenza, sfiducia;
  • tendenza ad essere violenti nelle relazioni con i compagni;
  • difficoltà di relazione con i coetanei;
  • l'uso dei cellulari e dei mass media.

Per genitori con figli da 11 a 17 anni

  • Disagi al cambiamento del proprio corpo, lo sviluppo sessuale e intellettuale;
  • difficoltà ad osservare le regole e a riconoscere l'autorità degli adulti;
  • riconoscimento della maturità del figlio senza caricarlo di troppe aspettative e responsabilità;
  • come gestire l'isolamento dai genitori, che interferiscono verso la separazione e l'autonomia;
  • come gestire i conflitti con la mediazione, la fase del "tutto o niente" o "bianco o nero" , senza sfumature né vie di mezzo;
  • le difficoltà di rapporto tra scuola e famiglia;
  • come gestire il suo disagio, le emozione, la rabbia, che si manifestano generalmente in modo brusco;
  • la ricerca di sensazioni forti, l'uso delle sostanze (alcool, fumo, droghe).
  • come gestire la separazione dei genitori, con il figlio che soffre.

Condividi:

Servizio di newsletter

Vuoi essere regolarmente informato sulle attività amministrative?
Iscrivi il tuo indirizzo di posta elettronica per rimanere sempre informato sulle notizie ed eventi...


Premendo il pulsante "Iscrivimi" sarai indirizzato ad una pagina per confermare il trattamento dei dati personali.
torna all'inizio del contenuto