Proposta di visita: Canova e Thorvaldsen, la nascita della scultura moderna

11/18/2019  - 73 letture     Biblioteca

Proposta di visita: Canova e Thorvaldsen, la nascita della scultura moderna

La Commissione biblioteca organizza una visita alla mostra "Canova | Thorvaldsen. La nascita della scultura moderna" presso le Gallerie d'Italia a Milano.

L'iniziativa è programmata per domenica 12 gennaio 2020 con partenza alle ore 14.45 da Spino, trasporto a Milano con auto private e ingresso alla mostra previsto per le ore 16.00; la visita dura circa due ore.

Costo

Il costo è di 16,00 euro e comprende: ingresso mostra (8,00 euro), guida (6,00 euro, da versare al momento della prenotazione, cuffie (2,00 euro). Ingresso gratuito per gli under 18 (pagano solo la guida e le cuffie).

Prenotazioni

Per informazioni e iscrizioni:

La mostra in sintesi

La mostra Canova | Thorvaldsen. La nascita della scultura moderna rappresenta, sia per l’importanza e la bellezza delle opere esposte, che per la grande rilevanza scientifica, una straordinaria occasione di conoscenza della scultura tra Sette e Ottocento.

Un periodo in cui quest’arte ha conosciuto una decisiva trasformazione grazie al genio dell’italiano Antonio Canova (Possagno 1757 – Venezia 1822) e del danese Bertel Thorvaldsen (Copenaghen 1770 – 1844), protagonisti e rivali sulla scena ancora grandiosa di una Roma cosmopolita dove hanno avuto modo di confrontarsi con i valori universali della classicita` e dell’antico. Furono infatti riconosciuti e celebrati come i “classici moderni”, capaci di trasformare l’idea stessa della scultura e la sua tecnica, creando capolavori immortali che sono diventati, anche perche´ continuamente riprodotti, amati e popolari in tutto il mondo.

La prestigiosa collaborazione con il Thorvaldsens Museum di Copenaghen e il Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo, il contributo di prestiti fondamentali concessi da importanti musei italiani e stranieri, ma anche da esclusive collezioni private, hanno reso possibile confrontare, per la prima volta in una mostra, i due artisti, seguendoli nel loro affascinante percorso biografico e creativo.

Il paragone era avvenuto originariamente a Roma, dove hanno trascorso la maggior parte della loro vita e raggiunto la celebrita` grazie a una carriera straordinaria. Canova vi si era trasferito nel 1781 da Venezia, mentre il piu` giovane Thorvaldsen lo raggiungera` nel 1797 da Copenaghen. Nei due decenni successivi e oltre, quando la loro presenza ha fatto di Roma la capitale della scultura moderna, furono rivali e si sfidarono sugli stessi motivi e soggetti, dandone ciascuno la propria originale interpretazione. Si trattava delle figure dell’antica mitologia che, come le Grazie, Amore e Psiche, Venere, Ebe, rappresentavano nell’immaginario collettivo occidentale l’incarnazione dei grandi temi universali della vita e della morte, come il breve percorso della giovinezza, l’incanto della bellezza, le lusinghe e le delusioni dell’amore.

La possibilita` di radunare le loro statue piu` belle ci ha permesso di allestire un vero Olimpo di marmo, emblema di una civilta` che guardava all’antico, ma che aspirava nello stesso tempo alla modernita`. Canova e` stato l’artista rivoluzionario, capace di assegnare alla scultura il primato sulle altre arti, attraverso il confronto e il superamento degli antichi. Thorvaldsen, studiando l’opera e la strategia del rivale, si e` ispirato a un’idea piu` austera e nostalgica della classicita`, avviando una nuova epoca dell’arte nordica dominata dal fascino intramontabile del mondo mediterraneo.

Allegati

FileTipo e dimensioneUltima modifica
 locandinapdf - 3583.41 kb11/18/2019 11:20:57 AM

Condividi:

Servizio di newsletter

Vuoi essere regolarmente informato sulle attività amministrative?
Iscrivi il tuo indirizzo di posta elettronica per rimanere sempre informato sulle notizie ed eventi...


Premendo il pulsante "Iscrivimi" sarai indirizzato ad una pagina per confermare il trattamento dei dati personali.
torna all'inizio del contenuto